Abruzzo - Civitella del Tronto

civitella del tronto, abruzzo

Arroccata su uno sperone roccioso nella Valle del Salinello, Civitella rappresenta l'ultima fortezza borbonica.

La Fortezza risale al Duecento ed è sempre stato uno dei castelli più contesi della regione per la sua posizione strategica. Subì i danni più gravi tra il 1860-61 ad opera delle truppe piemontesi.Un sapiente restauro avvenuto negli anni Ottanta dello scorso secolo ha permesso di conservare intatte le mura esterne e parte degli ambienti originali. Ospita il Museo delle Armi.

Da segnalare la chiesa di S. Francesco, adiacente all'antico convento, il Santuario S. Maria dei Lumi, di origine romanica e l'Abbazia di Montesanto, monastero benedettino edificato secondo tradizione per volere di S. Benedetto da Norcia nel 542.

Poco distante si trovano le suggestive gole del Salinello, dominate dai ruderi del pittoresco Castel Manfrino, edificato, secondo la tradizione, da Manfredi di Svevia.

Feste e fiere: 13-14-16 Agosto "A la corte del Governatore", banchetto in costume all'interno della fortezza.

Itinerario culturale

Museo delle armi della fortezza

Da segnalare 5 cannoncini ospitati negli ex magazzini dell'artiglieria, una divisa pontificia da diplomatico, un elmo papalino del 1848 e alcune armi e documenti riconducibili ai Savoia e a Garibaldi custoditi all'interno dei locali delle ex mense e cucine del forte. Si possono ammirare, inoltre, armi appartenute all'esercito borbonico del Regno delle Due Sicilie e a quello sabaudo e un cippo confinario che separava il Regno dallo Stato pontificio. Tra le armi più antiche della collezione spiccano delle pistole a pietra focaia, alcuni schioppi a miccia (XV sec.) e alcuni fucili da fortezza.

-