Abruzzo - Teramo

teramo, storia e cultura in abruzzo

L'antica Interamnia (città tra i fiumi, perché attraversata dai fiumi Tordino e Vezzola) conobbe il massimo splendore in età imperiale sotto Augusto ed Adriano.

Lo testimoniano ancora la presenza del teatro romano, nel cuore del centro storico, costruito nel 30 a. C., oggigiorno utilizzato per concerti e manifestazioni, e dell'anfiteatro romano, che poteva contenere almeno 4.000 persone.

Non distante si trova la Cattedrale di S. Berardo, simbolo di Teramo, dove è custodito un prezioso paliotto d'argento, opera del noto artista abruzzese Nicola da Guardiagrele. Imponente è la facciata, abbellita da un rosone e da merletti e fiancheggiata dal possente campanile.

Da visitare la Chiesa di S. Domenico, in stile romanico, l'antica Cattedrale di S. Anna e la Chiesa della Madonna delle Grazie.

Il decadente Palazzo Melatino simboleggia l'importanza della città durante il Rinascimento.

Notevoli anche il Museo archeologico e la Pinacoteca civica.

Feste e fiere: Fine giugno - inizio luglio Festa della Madonna delle Grazie; fine luglio sagra del prosciutto, del formaggio e del pane casereccio. Da segnalare manifestazioni culturali e sportive come il Premio letterario e la Coppa Interamnia.

Itinerario culturale

Pinacoteca civica

Ospita numerose opere d'arte di varie epoche, che spaziano da pale medioevali a dipinti di scuola teramana del XV sec., da tele di scuola napoletana del XVII-XVIII secolo fino alle opere degli artisti abruzzesi dell'Ottocento e del Novecento.

-